Museo dei Bozzetti "Pierluigi Gherardi" - Città di Pietrasanta

(icona_laboratori)

  • PALLA CAVALIER FERDINANDO

 laboratori

laboratorio PALLA CAVALIER FERDINANDO (dal 1870) di Antonio e Amelia Palla (cessata attività)


via Provinciale, 127 55045 Vallecchia, Pietrasanta, LU
tel: 0584/283319
eMail: pallamarmi@hotmail.com
Attività originaria: scultura classica e sacra
Attività corrente/ultima: scultura contemporanea, sacra e funeraria, statuaria classica, arch, ornato

 
Ferdinando Palla, rinomato artista e direttore della Scuola di Belle Arti di Pietrasanta, apre intorno al 1870 (forse 1860 o 1865), un laboratorio che ben presto diventa punto di riferimento della zona per la lavorazione del marmo. Molti sono gli allievi che vanno nel suo studio ad imparare il mestiere e molte sono le opere realizzate e vendute. Intorno al 1910 subentra nella titolarità della ditta il figlio Spartaco che, dotato di grande spirito di organizzazione, riesce a mantenere alto il livello di produzione anche in periodi difficili come quelli delle due guerre, anche se poi negli anni '60, in seguito al Concilio Vaticano II che impone austerità e sobrietà degli arredi dei luoghi di culto, la produzione subisce una forte crisi. Subentrano poi, intorno al 1973, i nipoti Ugo e Ferdinando che però si separano nel 1988: Ferdinando lascia l'attività per motivi di salute e costituisce poi una nuova ditta Palla Ferdinando (vedi scheda). A questo punto diventano titolari Ugo ed il figlio Antonio ed alla morte di Ugo, avvenuta nel 1991, la titolarità è passata ad Antonio ed alla sorella Amelia.
Il laborarorio era situato nel centro storico di Pietrasanta e corrispondeva parzialmente alla sede originaria che comprendeva anche l'area attuale del laboratorio Palla Ferdinando; infatti in seguito alla scissione di Ferdinando dalla società (1988), la proprietà fu divisa fra i due fratelli e la loro sede aveva accesso da Via Oberdan, 2.
Nel passato nei capannoni si svolgevano mansioni diverse: vi era il reparto degli scultori, quello degli scalpellini, gli ornatisti, ecc. Successivamente lo spazio del laboratorio era diversamente articolato. Un capannone, fornito di compressore e martelli pneumatici, veniva affittato agli scultori che realizzavano da soli le proprie opere e a scuole straniere che organizzavano corsi di lavorazione del marmo. Altri due capannoni erano attrezzati con una fresa a ponte per il taglio del marmo e con martelli pneumatici per la lavorazione dello stesso. I modelli erano disseminati nei vari ambienti e vi è inoltre un terreno prospiciente la strada usato come deposito materiali. Nel 2003 la ditta ha venduto la propria sede e si è spostata a Vallecchia. Vi lavorano soltanto i titolari che si avvalgono, a seconda delle necessità, di prestatori d'opera. Amelia si occupa della parte amministrativa della ditta e Antonio segue i rapporti con i clienti e l'esecuzione dei lavori (di solito compie il taglio e la lucidatura).
All'inizio del secolo vi lavorarono fino a centocinquanta operai divisi nelle tradizionali figure di scalpellini, smodellatori, scultori, ornatisti e lucidatori.
Durante la lunga storia di questo laboratorio la produzione ha toccato tutti i tipi di lavorazione artigianale del marmo. Si è passati, in ordine di tempo, dalla realizzazione prevalente di scultura classica e sacra, a quella monumentale ed ecclesiastica, all'architettura intesa come rivestimento ed opere di finitura ed al taglio e alla lucidatura di elementi architettonici. Inoltre ricordiamo che alcuni giovani scultori eseguono qui le proprie opere (Ali Al Saidi e Barney O'Hara) e che vengono organizzati corsi di lavorazione del marmo da scuole straniere.
La committenza è stata di svariati tipi: in conto terzi, privata, pubblica, italiana e straniera (soprattutto Europa e Stati Uniti). Nel passato vi erano cataloghi continuamente rinnovati che illustravano la produzione del laboratorio; fra questi ve ne era uno in lingua inglese con ampio campionario in base al quale venivano fatte le ordinazioni. Numerosi laboratori hanno lavorato per Palla, che a sua volta ha eseguito opere per altre ditte. Attualmente il laboratorio lavora per privati italiani e stranieri (soprattutto statunitensi) e in conto terzi. Ricordiamo negli ultimi anni un contratto con il medio Oriente durato sei anni e l'esecuzione di lavori per la ditta Henraux.
Come già detto la produzione del laboratorio è stata vastissima. In particolare Ferdinando, il fondatore, era rinomato in tutto il mondo per la riproduzione di opere antiche, statue religiose, ritratti, monumenti equestri e funerari, altari e pulpiti. Nel periodo di Spartaco venivano eseguiti lavori ecclesiastici, soggetti sacri di scultura, altari, pulpiti, balaustrate, pavimenti e rivestimenti, lavori per cimiteri, ad esempio come quello di Viareggio (soggetti funerari di scultura, monumenti, cappelle) e lavori per giardini (sculture classiche e moderne, fontane, vasi e panche). In seguito Ugo e Ferdinando si occuparono soprattutto di scultura e architettura (rivestimenti e opere di finitura). Infine la produzione attuale riguarda la scultura classica e moderna, l'ornato e gli elementi architettonici.
Nel laboratorio non esiste un elenco ordinato delle numerosissime opere realizzate. Si riportano quindi alcune delle opere più significative: l'altare per la Chiesa di N. S. delle Grazie e S. Girolamo a Genova; l'altare per la chiesa di S Ruta (Camogli) di Fantini; pavimento, fonte battesimale, pulpito della Chiesa di S. Stefano di Genova; l'altare di Rebecco per il Tempio della Vittoria a Livorno; il bassorilievo "Madonna del Sole" di Ferdinando Palla per la Missione della Consolata ad Addis Abeba; il monumento a Cecilio Acosta di Pedro M. Basalo per una piazza a Caracas; un altare dell'architetto Orlando e un altare dell'arch. Niccoli per il Duomo di Barga (Lucca); la cappella funeraria del compositore Giulio De Micheli, opera dell'arch. Ugolino Busoni a Cavo (Cremona); la statua della Madonna di Fatima per la Chiesa di S. Alfonso a Barntown (USA); il monumento ai "Reduce" dello scultore Pompeo Coppini per una piazza a Moglia (Mantova); ornato del Mausoleo del Duca d'Aosta a Capodimonte (Napoli); la scultura di Vezzoni in memoria di Kennedy per una scuola del New Jersey (USA); opere di frnitura dell'aereoporto di Baghdad.

Ferdinando Palla (1852-1944) - Famoso scultore e imprenditore pietrasantino, fondatore negli anni settanta dell'Ottocento (non si conosce l'anno esatto di inaugurazione) del celebre laboratorio artistico del marmo ubicato nel centro storico, oggi diviso tra gli eredi, dal 1904 diresse per molti anni la scuola d'Arte applicata "Stagio Stagi", di cui in gioventù era stato allievo, e come amministratore intraprese moltissime iniziative per lo sviluppo delle attività legate alla lavorazione del marmo nella sua città. Verso il 1910 fu affiancato nella direzione della ditta dal figlio Spartaco. Migliaia i lavori prodotti dalla bottega nel corso della sua lunghissima attività (modelli originali, riproduzioni d'opere d'arte antiche, monumenti commemorativi, oggettistica, lavori di ornato, statue di soggetto religioso, arredi sacri, altari, pulpiti, ecc.) e di fondamentale importanza il ruolo svolto dal laboratorio nella formazione delle maestranze (sbozzatori, smodellatori, pannisti, ornatisti, scultori, lustratori) a cavallo tra Ottocento e Novecento. Valore esemplare della vasta produzione del laboratorio in ambito funerario assume il monumento alle sorelle Ghilarducci, il cui modello è riprodotto in un catalogo della ditta stampato nel 1931. Tra i lavori di Ferdinando Palla si ricorda il bassorilievo raffigurante la "Madonna del Sole" per la Missione della Consolata di Addis Abeba eseguito nel 1937 dallo scultore allora ottantacinquenne.













[ Rif. ARTISTI ]
- AL SAIDI Hassan J. Ali: L'artista lavora tuttora presso questo laboratorio (1993).
- BOZZANO Antonio:
- DAVIS Andrew Barnett: dal 1996 al 1996
- DUMAS Nicole: dal 1997 al 1997 Verificare se è questo Palla (Amelia, nel mezzo).
- HEATH Eddie:
- LECA Michele:
- PASQUINI Enzo: dal 1942 al 1945
- ROBUSTELLI Raffaella: dal 2000 al 2004
- ROGGLI Lisa: dal 1982 al 2002 L'artista aveva un proprio studio all'interno di questo laboratorio (dal 1985). Presso questo lab. ha realizzato tutti i suoi più importanti lavori.
- ROVAI Tranquillo: In questo laboratorio faceva la stagione estiva come apprendista.
- SHAPERO Janet: dal 1978
- STREETER Lynne: L'artista ha uno studio presso questo laboratorio.
- TOMMASI Leone:
- ZUCKERMAN Ruth:
 

artisti

 

bozzetti

 

opere

 

pubblicazioni